No, non sto costruendo niente sull’Etereum: Il muschio di Elon nega le voci

Un anno dopo che il famoso attore hollywoodiano William Shatner ha twittato che Elon Musk e Vitalik Buterin stavano decidendo cosa costruire sull’Ethereum, il CEO di Tesla ha smentito la voce ma ha detto di non avere nulla contro la rete.

Musk: non costruire sull’Etereum

L’attore canadese, probabilmente il più noto per il suo ruolo di Capitano Kirk in Star Trek, in passato è stato piuttosto favorevole alle catene di blocco e alle crittocittà.

Oltre a pubblicare la sua collezione di gettoni non fungibili (NFT), più di un anno fa ha anche twittato che „i miei amici Vitalik Buterin & Elon Musk stavano cercando di decidere cosa costruire sull’Etereum. Ho aspettato e aspettato“.

Forse Musk ci ha messo più di un anno a rispondere a queste voci, ma ieri ha finalmente risposto:

Non sto costruendo nulla sull’etereo. Né a favore né contro di esso, basta che non lo usiate e non ne possediate alcuno.

Così, l’amministratore delegato di due delle aziende più popolari, SpaceX e Tesla, ha negato qualsiasi ipotesi precedente che stia cercando di utilizzare la catena di blocco dell’Ethereum per progetti futuri. Ha anche detto che non è „a favore o contro“.

Shatner ha poi commentato il ritardo della risposta di Musk dicendo: „Quella risposta ha richiesto solo un anno“. Ti amo ancora, anche se non hai trovato affascinante la tecnologia delle catene a blocchi“.

Elon Musk e lo spazio di criptovaluta

L’eccentrico miliardario, che di recente ha fatto voto di vendere „quasi tutti i beni fisici“, ha una storia un po‘ intrigante con il campo della crittovaluta, in particolare con la Bitcoin Profit.

Uno dei commenti bizzarri che ha fatto all’inizio di quest’anno era in un tweet, dicendo che „Bitcoin non è la mia parola di sicurezza“. Mentre questa affermazione rimane inspiegabile fino ad oggi, l’imprenditore è apparso in un podcast poco dopo e ha offerto opinioni più approfondite sulla crittovaluta primaria.

Nonostante inizialmente sostenesse che „non sono né qui né lì su Bitcoin“, ha notato che quando ha letto per la prima volta il whitepaper, ha pensato che fosse „molto intelligente“. Ciononostante, non ha visto il Bitcoin o qualsiasi altra cripto-moneta per servire come sostituto del contante in tempi brevi, ma ha riconosciuto che avranno un ruolo durante questa fase di digitalizzazione.

Musk ha anche rivelato quanto BTC detiene solo recentemente quando ha commentato un post dell’autore di Harry Potter – J.K. Rowling. Mentre spiegava che „l’emissione massiccia di valuta da parte delle banche centrali del governo sta rendendo i soldi Bitcoin Internet (fantasma) solidi al confronto“, il CEO di Tesla ha detto che „possiedo ancora solo 0,25 bitcoin“.